IMMAGINI?

IMMAGINI?
Immagine e immaginazione tra rappresentazione, comunicazione, pedagogia e psicologia

Bressanone 27-28 Novembre 2017

Tra immagine e immaginazione intercorre una relazione biunivoca e indissolubile, le cui molteplici declinazioni coinvolgono linee di ricerca eterogenee e al contempo attigue: vi sono immagini che incarnano l’immaginazione del loro autore (disegno di progetto) e immagini che tentano di risalire alle sue intenzioni originarie (disegno conoscitivo); immagini profondamente radicate in uno spazio reale (mappe geografiche e immagini di città) e immagini agite in uno spazio necessariamente immaginato (virtual & augmented reality, città utopiche o spazi escheriani); immagini che alterano intenzionalmente la realtà percepita (manipolazioni fotografiche) e immagini che derivano dall’inganno o dall’alterazione degli schemi percettivi (rappresentazioni anamorfiche e fenomeni dispercettivi); immagini che costruiscono percorsi narrativi (visual storytelling) e immagini educative, capaci di formare il sapere, il saper fare e il saper essere (iconografia e iconologia didattica); immagini che potenziano l’esperienza narrativa del bambino (illustrazione per l’infanzia) e immagini esperienziali in cui trovano sintesi tempo e spazio (disegno infantile); immagini che stimolano l’immaginazione del loro fruitore (visual design) e immagini interattive che supportano l’immaginazione del pianificatore (elaborazione e visualizzazione di dati su scala territoriale).

Questo è quanto il convegno si propone di indagare, attraverso il confronto tra contributi provenienti da diverse prospettive scientifiche, con l’intento di gettare nuova luce su interrogativi storici e di trarre nuovi spunti e applicazioni per il futuro delle immagini.

Intelligenza grafica su “XY digitale”

INTELLIGENZA GRAFICA
XY. Dimensioni del disegno” pubblica nel suo secondo volume dedicato al tema The image in science and art / L’immagine nella scienza e nell’arte un articolo estratto della
monografia dedicata all'”Intelligenza grafica” pubblicata nel novembre del 2016.

“XY dimensioni del disegno” è stata la prima rivista ad occuparsi, dal 1986, di studi sulla rappresentazione dell’architettura e sull’uso dell’immagine nella scienza e nell’arte. Si propose come rassegna critica di temi trasversali riguardanti l’indagine e la comunicazione grafica nell’ambito progettuale e cognitivo, spingendosi subito verso i settori d’avanguardia nel campo storico, teorico, sperimentale e applicativo. Dal 2016 la rivista “XY” è multilingua e pubblicata in formato digitale.

leggi l’articolo su XY

Rinnovare la tutela

è stato pubblicato il volume
RINNOVARE LA TUTELA
Modelli matematici e grafici per un ridefinizione delle prospettive
a cura di Enrico Cicalò e Margherita Solci
Gangemi Editore

L’idea del volume, e il suo titolo, nascono nell’ambito del progetto INNOVA.RE della Regione Autonoma della Sardegna, nel quale, attraverso la collaborazione con le imprese e con gli enti locali, si è sperimentata l’elaborazione di strumenti matematici e grafici che contribuiscono all’analisi dei rischi per il patrimonio storico e paesaggistico, e alla costruzione di strategie di tutela orientata, basate sui principi della previsione, dell’efficienza, della più ampia fruibilità. Rinnovare la tutela è inteso anche nel senso di una ridefinizione delle prospettive attraverso l’integrazione di molteplici punti di vista che, considerati nella loro pluralità, offrono una rappresentazione più coerente della realtà, rendendo effettivamente disponibile e condiviso l’esito di un complesso di conoscenze specialistiche. Rinnovare, quindi, per condividere strumenti che permettano una tutela ampia, diffusa, mirata di un patrimonio che appartiene a tutti.


Musei virtuali su Disegnarecon

È stato pubblicato il VOL.9, N.17 (2016) di DISEGNARECON dedicato ai
MUSEI VIRTUALI DELL’ARCHITETTURA E DELLA CITTA’
a cura di Elena Ippoliti e Piero Albisinni

“Negli ultimi tempi il Museo si è profondamente rinnovato, estendendo le sue funzioni dalla conservazione alla produzione e promozione della cultura. Non più ‘contenitore’ di opere, ma luogo dove la conoscenza è costruita, comunicata e condivisa, in un complesso sistema di rapporti tra soggetti (istituzioni, curatori, studiosi, pubblico, visitatori, comunità, ecc.), patrimonio (materiale, immateriale, collezioni, territorio, paesaggio, ecc.) e tecnologie digitali (interazione, immersione, realtà virtuale, realtà aumentata, performance, ecc.). In questo contesto, a partire dall’affermazione per cui ogni atto di conservazione del Patrimonio è per sua natura un atto comunicativo, con la cura di questo numero della rivista l’obiettivo è stato quello di proporre alla discussione una riflessione su quali possano essere gli specifici apporti della Rappresentazione”.

Leggi su Disegnarecon


Una rassegna di tesi di dottorato

“Ricerche di dottorato in Architettura e Urbanistica.
Una rassegna di tesi di dottorato”
edizioni PUBLICA

2 Atenei, 15 anni di corsi di dottorato, 148 dottori di ricerca e le loro storie raccontate in un immagine.


Questo è il mio contributo alla riflessione di Arnaldo Cecchini nel libro curato da Miriam Mastinu e Valeria Saiu “Ricerche di dottorato in Architettura e Urbanistica. Una rassegna di tesi di dottorato” che presenteremo al PhDays del prossimo 15 Dicembre, insieme al nuovo spazio editoriale Publica che stiamo costruendo.